I Biscotti della Monaca, Storia e Curiosità dei biscotti a Forma di S

I Viscotta da Monaca o Biscotti della Monaca: il Biscotto Secco del Panificio

La vetrina del panificio tipico catanese offre leccornie di ogni tipo e gusto. È qui che, ogni giorno, tra pane, pizze e scacciate, vengono sfornati biscotti secchi di varie forme e vari sapori, il cui profumo inebria l'intera via e attira chi vive lì accanto o chi è solo di passaggio.

Il vero catanese non riesce a resistere al "profumo di buono" e, mentre compra i suoi abituali "due gemellini" o "a vastedda" per tutta la famiglia, si lascia tentare dalle specialità e in un sacchetto a parte "ci mette due viscotta da monaca" da sgranocchiare mentre torna a casa.

Ma qual è l'origine di questi biscotti? Continua a leggere per scoprirlo!

I Biscotti Della Monaca: la Vera Origine del Biscotto con l'Anice

Per alcuni sono "i viscotta da monaca", per altri il biscotto "a S", per altri ancora sono i biscotti secchi all'anice, anche se il vero termine è "Biscotti della Monaca". Ma per tutti restano una specialità catanese. Come narra la loro storia, infatti, il biscotto della monaca è nato a Catania dalle mani delle suore di clausura del Convento di Santa Chiara. In questo luogo di preghiera e di castità, le monache preparavano i biscotti secchi per sostentare e aiutare economicamente l'intera comunità religiosa. E proprio tra loro c'era la giovanissima Mara Messina, che tramandò la ricetta dei biscotti a S a una sua nipote, sposata con un produttore di biscotti in cerca di novità per imporsi sul mercato locale. Ecco che la ricetta tradizionale è giunta fino ad oggi e il prodotto imbustato si può trovare tra gli scaffali dei supermercati e dei mini market.

Biscotti della monaca

Sicuramente ti starai chiedendo qual è la ricetta per preparare i biscotti della monaca. Continua a leggere per scoprirlo!

I Biscotti della Monaca: come si preparano i biscotti a forma di S?

Per preparare i viscotta a forma di S a casa occorrono 500g di farina, 120g di burro morbido, 1 e 1/2 cucchiaino colmo di semi di anice, 100g di zucchero di canna, 5g di ammoniaca per dolci, 100g di latte, 1 pizzico di sale.  

Preparazione Biscotti della Monaca

Per la preparazione bisogna: 

-sciogliere l'ammoniaca nei 100g di latte e tenere da parte. 

- in una terrina, mettere la farina, al centro lo zucchero, i semi di anice, un pizzico di sale, il burro morbido e il latte con l'ammoniaca; 

- impastare con le mani, aggiungendo altro latte quanto basta a ottenere un impasto omogeneo e sodo 

- coprire l'impasto con pellicola e mettere in frigo una mezz'ora a riposare;

- su un piano infarinato stendere l'impasto a forma di rettangolo poi tagliare strisce di 1 cm di spessore e dare forma di esse( S); 

- mettere su teglia con carta forno e infornare a 250 gradi x 10 minuti;

- sfornare e lasciare intiepidire poi infornare di nuovo abbassando la temperatura a 160 x 20 minuti. 

Una volta che saranno ben induriti, i Biscotti della Monaca sono pronti per essere sgranocchiati!

Catanese Doc e amante della sua terra, sono laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna. Diventata per passione una copywriter e on line editress, da sempre sono appassionata di scrittura, di letteratura, ma soprattutto della Sicilia. Ho collaborato con varie testate giornalistiche locali, che mi hanno permesso di coltivare le mie passioni