Ruba cibo ai degenti: cuoco di una mensa ospedaliera trafuga oltre 5.000 euro d’alimenti

Non un piccolo furto ma una vera e propria macchina organizzativa quella creata da un cuoco di una mensa ospedaliera, il quale aveva una routine criminale ben organizzata per trafugare consistenti quantità di cibo giornalmente.

I poliziotti del Commissariato Borgo Ognina hanno denunciato, per il reato di furto aggravato, il cuoco di una mensa ospedaliera, gravemente indiziato di aver rubato in tempi diversi, derrate alimentari per un valore stimato intorno ai 5.000 euro.

Dall'attività d’indagine è emerso come il cuoco “infedele” era solito recarsi a lavoro alle 5 del mattino, in largo anticipo rispetto al previsto orario di servizio, quando i locali della mensa erano ancora deserti, facendo razzia di carne, bottiglie di olio e di altri alimenti destinati ai degenti dell'ospedale.

I prodotti alimentari, dopo essere stati asportati dalle celle frigorifere e dai vari cassetti e ripiani dei locali-cucina, erano riposti all'interno di grosse buste e poi caricati in macchina. I poliziotti, acquisita la denuncia da parte dei responsabili della mensa, insospettiti dai continui e inspiegabili ammanchi di cibo, hanno avviato immediatamente le indagini, riuscendo a risalire in breve tempo all'autore dei furti il quale, adesso, rischia anche il licenziamento.

Giornalista fanatico delle due ruote e della fotografia, pieno d'ideali e senza prezzo nel cartellino.