Etna, nuova pioggia di cenere nella notte

Una nuova eruzione parossistica dell'Etna si è verificata questa notte a circa 2.800 metri sul livello del mare nel versante Sud-Est, con conseguenti boati, tremori e l'emissione di un'intensa nube eruttiva.

Dall'1:00 fino alle 02:19 circa infatti una pioggia di cenere ha ricoperto la città di Catania e i paesi etnei limitrofi, creando gravi rischi per la viabilità.

Secondo quanto registrato dall'Ingv-Oe, la nube eruttiva di cenere si è alzata di almeno 5 chilometri diffondendosi sul territorio etneo.

In conseguenza dell'evento infatti l'amministrazione comunale di Catania, d'intesa con il dipartimento regionale della protezione civile, ha invitato tutta la cittadinanza a fare attenzione mentre si percorrono le strade cittadine di Catania, sia a piedi che con mezzi motorizzati. ulle piazze, le strade e i tetti di Catania è presente un fitto strato di cenere lavica, che compromette la circolazione viaria, con problemi di aderenza a causa del terreno sdrucciolevole e per questo si raccomanda la massima prudenza negli spostamenti.

Già da questa notte, le azioni operative previste dal piano di protezione civile, con presidio e monitoraggio a tutela della sicurezza dei cittadini sono state attivate dal Comune di Catania. Anche la Sac, società che gestisce l'aeroporto internazionale Vincenzo Bellini ha segnalato la momentanea chiusura della pista e la conseguente sospensione dei voli sia in entrata che in uscita.

Catanese Doc e amante della sua terra, sono laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna. Diventata per passione una copywriter e on line editress, da sempre sono appassionata di scrittura, di letteratura, ma soprattutto della Sicilia. Ho collaborato con varie testate giornalistiche locali, che mi hanno permesso di coltivare le mie passioni