Aggredisce la madre per un nuovo telefonino

Un 23enne è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Mascali per aver tentato di aggredire a calci e pugli la propria madre 46enne e il convivente di lei di 73anni per estorcere loro del denaro.

Da quanto segnalato in una telefonata da un vicino dell'appartamento di via IX traversa, sembra che l'imputato abbia inveito contro i due, minacciandoli di ammazzarli e di bruciare la loro casa se non gli avessero subito consegnato 300euro per l'acquisto di un telefonino nuovo.

Colto in flagranza di reato, tentando di colpire le sue vittime, il giovane ha anche travolto i due militari che a questo punto hanno proceduto al suo arresto.

Il 23enne di Mascali deve ora rispondere di di tentata estorsione, violenza o minaccia e resistenza a pubblico ufficiale.

Come disposto dal magistrato il ragazzo dovrà scontare la sua pena presso il carcere di Trapani.

Catanese Doc e amante della sua terra, sono laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna. Diventata per passione una copywriter e on line editress, da sempre sono appassionata di scrittura, di letteratura, ma soprattutto della Sicilia. Ho collaborato con varie testate giornalistiche locali, che mi hanno permesso di coltivare le mie passioni