Pasta alla Norma, le origini e la ricetta originale catanese

La Pasta alla Norma è uno dei primi piatti tipici catanesi, apprezzato e degustato soprattutto in primavera e in estate, quando è possibile trovare le melanzane di stagione per il condimento e la ricotta salata per la guarnizione. Anche nota a Catania come "pasta che mulinciani fritti", questa specialità etnea mette d'accordo tutti i tipi di palato, riuscendo a soddisfare anche quelli più fini.

Le orgini della pasta alla norma

Nel tempo, sono state molte le rivisitazioni gastronomiche della Pasta alla norma, che vanta origini artistiche e musicali e che per molti lega il suo nome alla celebre opera del grande compositore catanese dell'800 Vincenzo Bellini, intitolata appunto "Norma".

Le ipotesi sull'origine della sua denominazione sono però tante e tutte curiose.

Mentre per alcuni, l'idea è del commediografo Nino Martoglio, che ha deciso di omaggiare la lirica degustando un piatto di pasta con le melanzane e paragonandolo al capolavoro belliniano; per altri invece, la tipica norma è nata dal genio di uno chef catanese, che, in occasione della presentazione dell'opera del Bellini, rivisitò il piatto in onore del "Cigno bianco". Teorie a parte, ciò che conta è la bontà di questa specialità catanese, che ancora oggi rappresenta una tradizione che non può mancare sulle tavole dei buongustai.

Come preparare la pasta alla norma: ricetta originale catanese

La Pasta alla norma racchiude in se i sapori mediterranei e attrae per il suo gusto forte e deciso, dato dalle melanzane fritte, dalla ricotta salata e del basilico, ma soprattutto dal succo di pomodoro, fresco, concentrato e succoso. Poi c'è chi preferisce la pasta alla norma senza ricotta, predileggendo la pasta alla norma e mozzarella.

Per preparare la pasta alla norma occorrono quindi pochi ingredienti. Si parte dal tipo di pasta: si può scegliere qual si voglia, ma il catanese verace preferisce i rigatoni o i maccheroni, che riempendosi di salsa, soddisfano di più. Per la salsa, occorre del pomodoro fresco, aglio e olio, e sale q.b.; mentre per guarnire, occorrono melanzane scure di stagione, ricotta salata e basilico fresco.

Per la preparazione della pasta alla norma:

- Si lavano le melanzane, si tagliano a fette o a cubetti, si lasciano sotto sale per un'oretta e poi si risciacquano per essere fritte in olio d'oliva.
- Per la preparazione della salsa, bisogna lavare il pomodoro e farlo cuocere in una pentola insieme ad aglio ed olio, sale e aromi a piacimento.
- Dopo aver cotto la pasta, bisognerà unirla alla salsa, alle melanzane fritte e cospargere il tutto con abbondante ricotta salata grattuggiata e basilico fresco.

E buon appetito!

Catanese Doc e amante della sua terra, sono laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna. Diventata per passione una copywriter e on line editress, da sempre sono appassionata di scrittura, di letteratura, ma soprattutto della Sicilia. Ho collaborato con varie testate giornalistiche locali, che mi hanno permesso di coltivare le mie passioni