Pedo-pornografia: a Catania fermate 25 persone dalla Polizia Postale

La Polizia postale di Catania e il Centro nazionale contrasto pedo pornografia on-line (Cncpo) hanno arrestato 25 persone per pedo pornografia.

Le indagini sono scattate in seguito ad una denuncia esposta dalla mamma di un adolescente che aveva scoperto il gruppo WhatsApp,"Borghetto", nel quale venivano condivisi video ed immagini della propria figlia in pose sessualmente esplicite.

Dopo aver visionato il dispositivo mobile della ragazza, la Polizia postale di Catania ha acquisito il contenuto del gruppo WhatsApp, formato da 450 iscritti e ha scoperto uno scambio di materiale pornografico e dato avvio a due inchieste, una condotta dalla dalla Procura distrettuale e un'altra dal Tribunale per i minorenni che hanno disposto numerose perquisizioni e sequestri nei confronti dei 25 indagati.

Tra le persone arrestate, anche 15 minorenni dovranno ora rispondere di divulgazione di pornografia minorile ed istigazione ad atti di pedofilia.

Altri minorenni sono stati segnalati alla Procura per atti di cyberbullismo ai danni della vittima adolescente.

Catanese Doc e amante della sua terra, sono laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna. Diventata per passione una copywriter e on line editress, da sempre sono appassionata di scrittura, di letteratura, ma soprattutto della Sicilia. Ho collaborato con varie testate giornalistiche locali, che mi hanno permesso di coltivare le mie passioni