Catania, prende a calci e a pugni i genitori che lo mantenevano

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale hanno arrestato in flagranza un catanese di 37 anni,per maltrattamenti in famiglia, estorsione e minacce, nei confronti dei genitori.

Dopo la separazione dalla sua prima moglie, il padre 68enne avrebbe accolto il figlio nella casa in cui viveva con l'altra moglie 66enne.

Il giovane avrebbe sottoposto però i coniugi pensionati a vessazioni di vario tipo e, non avendo un'occupazione stabile, avrebbe minacciato i due e chiesto loro numerose somme di denaro per l'acquisto di droga e alcol.

Stamattina, il tempestivo intervento dei Carabinieri ha bloccato però l'ennesimo episodio di maltrattamento e di violenza e ha condotto i militari dell'Arma a cogliere sul fatto il 37enne mentre inveiva contro i genitori e tentava di aggredire la madre minacciandola di ucciderla.

Dopo averlo preso e ammanettato, i militari hanno confortato le due vittime, inducendole a denunciare i numerosi atti di violenza domestica. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Termini Imerese (PA).

Catanese Doc e amante della sua terra, sono laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna. Diventata per passione una copywriter e on line editress, da sempre sono appassionata di scrittura, di letteratura, ma soprattutto della Sicilia. Ho collaborato con varie testate giornalistiche locali, che mi hanno permesso di coltivare le mie passioni