Zona industriale di Catania. Ersilia Saverino: “Le passerelle politiche non risolvono i problemi, servono fatti concreti”

Una raichiesta di intervento per evitare i continui disagi che si verificano nella zona industriale di Catania è stata avanzata dalla Presidentessa dell'Assemblea Provinciale di Catania per il Partito Democratico.

Come riportato nella sua segnalazione, infatti, Ersilia Saverino ha fatto presente che "il motore dello sviluppo della città metropolitana presenta un lungo elenco di problemi irrisolti con gli imprenditori che ogni anno, tra allagamenti e incendi, fanno i salti mortali per poter mandare avanti la propria attività".

Soprattutto in questo periodo di limitazioni e di chiusura, l'appello della Presidentessa vuole sottolineare che "le passerelle politiche non risolvono i problemi, servono fatti concreti".

I disagi della zona industriale di Catania sono provocati dalla presenza di "transenne posizionate per chiudere via Francesco Giovanni Chiavetta al traffico a causa dell’acqua alta, di fosse nel manto stradale e di ampi tratti di marciapiede letteralmente sprofondati", che creano degli ostacoli per i clienti e i fornitori che vogliono raggiungere le aziende presenti nella zona.

Consapevole della situazione, da anni la Presidentessa Saverino si batte "per cercare di trovare quelle soluzioni percorribili per recuperare il cuore economico della provincia etnea. Proposte, idee e propositi ma resi operativi e condivisi dagli stessi titolari delle aziende che oggi più che mai si sentono abbandonati al loro destino".

Catanese Doc e amante della sua terra, sono laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna. Diventata per passione una copywriter e on line editress, da sempre sono appassionata di scrittura, di letteratura, ma soprattutto della Sicilia. Ho collaborato con varie testate giornalistiche locali, che mi hanno permesso di coltivare le mie passioni