Palazzo di cemento, consegnate le chiavi agli assegnatari

Altro obiettivo raggiunto dal Comune di Catania, che oggi ha consegnato le chiavi degli appartamenti del Palazzo di cemento del Librino agli assegnatari.

Come ha voluto ribadire il Sindaco Salvo Pogliese, infatti "è un simbolo di riscatto per tutti i catanesi, perché ogni centimetro di città sottratto all’illegalità e al malaffare è una vittoria per l’intera cittadinanza".

Con la consegna degli appartamenti ristrutturati si celebra "la rinascita del cosiddetto palazzo di cemento, per tanti anni giustamente considerato il luogo simbolo del degrado e dell’illegalità, occupato abusivamente per scopi di malaffare dalla criminalità" ha aggiunto Pogliese, sul posto insieme agli assessori Enrico Trantino, Sergio Parisi, Giuseppe Lombardo Pippo Arcidiacono con il presidente del consiglio comunale Giuseppe Castiglione, il presidente della Sidra Fabio Fatuzzo e il presidente del VI Municipio Alfio Allegra e inoltre i consiglieri comunali Angelo Scuderi, Santo Russo, Orazio Grasso.

La prima inquilina che ha avuto le chiavi della nuova abitazione è stata la signora Concetta Greco, ma come lei quasi 400 persone hanno avuto l'occasione di ricevere una casa dal Comune.

Per l'occasione, il Primo cittadino ha informato tutti "che i cospicui fondi dei ribassi d’asta non utilizzati per l’esecuzione dei lavori di completamento della grande torre a 17 piani, 4,4 milioni di euro, verranno impiegati per fronteggiare l’emergenza abitativa sulla base dei progetti che si stanno mettendo in campo gli altri fondi comunitari".

Catanese Doc e amante della sua terra, sono laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna. Diventata per passione una copywriter e on line editress, da sempre sono appassionata di scrittura, di letteratura, ma soprattutto della Sicilia. Ho collaborato con varie testate giornalistiche locali, che mi hanno permesso di coltivare le mie passioni