Emergenza Covid, a Catania promosso progetto per studenti in difficoltà

L'emergenza Covid-19 non arresta l'attività dell'Amministrazione comunale di Catania, che si interessa di ogni fascia della cittadinanza lanciando dei progetti a vantaggio di tutti.

A beneficiare del progetto "Doposcuola" saranno gli studenti di Catania che si trovano in difficoltà e che potranno usufruire di un servizio che permetta loro di acquisire le competenze scolastiche anche in questo periodo di limitazioni.

Promossa dal Comune e dal Distretto sociosanitario di Catania, l'iniziativa è rivolta agli studenti di età compresa tra i 10 e i 18 anni, appartenenti a famiglie in condizioni di disagio socio-economico e maggiormente a rischio di abbandono scolastico.

Grazie all'impegno degli assessori al Welfare e politiche sociali, Giuseppe Lombardo, e alla Pubblica Istruzione, Barbara Mirabella e ai finanziamenti stanziati con i fondi europei del Pon Inclusione sociale, il progetto è stato lanciato dal Distretto socio sanitario 16 (Catania Comune capofila, Misterbianco, Motta Sant'Anastasia) nelle scuole secondarie di I e II grado e negli enti di formazione professionale impegnati nei percorsi di obbligo di istruzione formativo.

In dettaglio, gli studenti, ai quali verranno consegnati dei tablet per il collegamento da remoto, saranno seguiti e supportati da personale specializzato messo a disposizione da 12 enti accreditati, 325 ragazzi in tutto il distretto, circa 250 a Catania. Ciò permetterà ad ogni ragazzo di imparare in un rapporto educatore-studente, più funzionale a un'ottimale attività di apprendimento e di prevenire il rischio di abbandono scolastico.

Catanese Doc e amante della sua terra, sono laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna. Diventata per passione una copywriter e on line editress, da sempre sono appassionata di scrittura, di letteratura, ma soprattutto della Sicilia. Ho collaborato con varie testate giornalistiche locali, che mi hanno permesso di coltivare le mie passioni