Vigili Urbani neoassunti: a Catania c'è aria di cambiamento (ecco perché)

Si continua a parlare delle neoassunzioni di Vigili Urbani effettuate dal Comune di Catania in seguito al concorso indetto la scorsa estate.

E lo si fa dopo che il Sindaco di Catania Salvo Pogliese ha incotrato alcune delle 23 donne che sono risultate vincitrici nel concorso comunale e che accanto ai loro colleghi sono entrate subito in servizio operativo per le vie del centro storico di Catania in funzione antiassembramento per limitare i potenziali contagi e di lotta alla sosta selvaggi.

Secondo il Primo Cittadino catanese, queste "nuove vigilesse che girano in bici per Catania sono una novità assoluta che rappresentano anche il segno del cambiamento di una città che si rialza” e che fa buon uso così delle quindici biciclette messe a disposizione dall’amministrazione Comunale per consentire alle Forze dell'ordine di muoversi meglio da un punto all’altro della città e di controllare agilmente il territorio.

Dopo aver incitato le nuove risorse a essere "incisivi con il loro entusiasmo e a eseguire con fermezza le direttive di sicurezza e controllo del territorio, nell’esclusivo interesse della città di Catania", Pogliese ha sottolineato che esse "sono energie fresche per il nostro Corpo di Polizia Municipale che da trenta anni non assumeva personale nuovo".

Ad accompagnare il Sindaco Pogliese sono stati il comandante del Corpo Stefano Sorbino e dagli assessori Alessandro Porto e Sergio Parisi, anh'essi presenti in Piazza Duomo e pronti ad incoraggiare le nuove vigilesse del Comune di Catania.

Catanese Doc e amante della sua terra, sono laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna. Diventata per passione una copywriter e on line editress, da sempre sono appassionata di scrittura, di letteratura, ma soprattutto della Sicilia. Ho collaborato con varie testate giornalistiche locali, che mi hanno permesso di coltivare le mie passioni