Scambiamoci il Natale, così la scuola di Catania incontra il Libano

L'ufficio Attività parascolastiche del Comune di Catania in collaborazione con l’associazione Sobhi Akoury italiana ha lanciato un interessante progetto multiculturale, che ha messo in contatto gli studenti catanesi con quelli libanesi.

"Scambiamoci il Natale" è un'iniziativa di integrazione culturale che si pone lo scopo di avvicinare culture differenti attraverso lo scambio virtuale di auguri natalizi.

A partecipare con entusiasmo al progetto è stato anche il Sindaco di Catania, Salvo Pogliese, che insieme all'assessore alla Scuola Barbara Mirabella si è collegato dal Palazzo degli Elefanti per rivolgere gli auguri a nome dell'intera comunità catanese e dirsi contento "del percorso di relazioni e di interscambio culturale avviato dai ragazzi dei due territori, reso possibile grazie alla guida dei docenti e delle realtà associative promotrici, con la collaborazione delle più alte autorità istituzionali, diplomatiche e militari, che ringrazio per il grande impegno a favore della cultura dell'integrazione".

All'incontro virtuale hanno partecipato inoltre l'ambasciatrice del Libano in Italia, Mira Daher Violides, il generale Di Stasio, della missione Unifil a Shama, il generale Abagnara dallo Stato Maggiore, la professoressa Giovanna Micale, presidente dell'associazione Soby Akaury in Italia, Lea Akoury, fondatrice dell'associazione in Libano, don Claudio Mancusi, Andrea Passanisi presidente di Coldiretti.

Una delegazione di dirigenti e docenti degli istituti comprensivi Musco, Brancati, Deledda, XX Settembre, Parini, Bosco, Giuffrida, Malerba hanno seguito e supportato i loro studenti, che, nell'ambito del progetto, hanno realizzato laboratorie hanno creato decori e addobbi per un albero di agrumi natalizio che, donato dalla Coldiretti, è stato collocato davanti agli storici Archi della Marina.

Catanese Doc e amante della sua terra, sono laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna. Diventata per passione una copywriter e on line editress, da sempre sono appassionata di scrittura, di letteratura, ma soprattutto della Sicilia. Ho collaborato con varie testate giornalistiche locali, che mi hanno permesso di coltivare le mie passioni