Una stanza tutta per sé: un contributo dell'Arma contro la violenza sulle donne

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, la sede dell'Arma dei Carabinieri di Piazza G. Verga a Catania si tinge di arancione e promuove iniziative a tutela delle vittime di violenza maschile.

Aderendo alla campagna internazionale "Orange the World2" ed illuminando la propria sede con luci arancioni, il Comando Provinciale dei carabinieri di Catania offre il suo contributo a sostegno delle numerose donne che ancora oggi subiscono in silenzio.

L'iniziativa rientra nell'ambito del progetto "Una stanza tutta per sé", che l’Arma dei carabinieri ha già avviato nel 2015 in collaborazione con Soroptimist International Italia e che ha permesso la creazione di un'apposita Aula per le Audizioni nella Stazione di Piazza Verga, dedicata all’accoglienza e all’ascolto delle donne vittime di violenza.

Durante i 4 anni precedenti, la stanza ha fornito il luogo idoneo per raccogliere le circa 300 testimonianze di donne vittime di violenza casalinga e sessuale, che hanno trovato il coraggio per denunciare i loro aguzzini e persecutori, confidando nel potere e nella protezione delle autorità competenti.

In onore di tutte le donne costrette a subire, oggi una delegazione, formata dal Generale di Brigata Rosario Castello, Comandante della Legione carabinieri Sicilia, dalla Vice Presidente Soroptimist International d’Italia Rina Florulli, dalla Presidente del club di Catania Lisania Giordano e dalla Past Presidente Maria Silvia Monterosso, prima fautrice del progetto consegnerà un Kit informatico di tele ed audio registrazione ai carabinieri di piazza Verga, così da implementare la dotazione tecnologica dell'aula.

Catanese Doc e amante della sua terra, sono laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna. Diventata per passione una copywriter e on line editress, da sempre sono appassionata di scrittura, di letteratura, ma soprattutto della Sicilia. Ho collaborato con varie testate giornalistiche locali, che mi hanno permesso di coltivare le mie passioni