Bronte: Comune richiede la Zona rossa

L'impennata della curva epidemiologica a Bronte preoccupa l'Amministrazione comunale, che ha valutato la possibilità di richiedere la "Zona rossa" per il paese etneo.

Salgono infatti a 198 i positivi al Covid a fronte dei 567 casi in isolamento domestico; "un dato che però" secondo il Sindaco Pino Firrarello, vittima anche lui del virus, "è destinato a crescere, considerata l’attività di screening a tappeto che stiamo portando avanti attraverso le postazioni Drive-In".

In seguito al vertice tenutosi ieri tra i Comuni etnei, al quale hanno partecipato tra gli altri anche il commissario Covid dell’Asp di Catania Giuseppe Liberti e l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, l'Amministrazione di Bronte cerca ora nuove soluzioni per arginare il problema dei contagi in aumento.

Per l'occasione, il Vice sindaco Antonio Leanza ha infatti “chiesto di effettuare uno screening in tutta la popolazione, non solo in quella scolastica, per tentare di isolare il virus che, ricordo, a Bronte si è incuneato anche nella Casa di Riposo San Vincenzo”.

E concludendo ha detto di essere "stato informato della richiesta di zona rossa, una soluzione che se può salvare vite umane e tutelare la salute dei cittadini, l’Amministrazione comunale condivide".

Catanese Doc e amante della sua terra, sono laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna. Diventata per passione una copywriter e on line editress, da sempre sono appassionata di scrittura, di letteratura, ma soprattutto della Sicilia. Ho collaborato con varie testate giornalistiche locali, che mi hanno permesso di coltivare le mie passioni